La Namibia, tra quelle africane, è una delle destinazioni più interessanti e incomparabili per la bellezza e la varietà dei suoi paesaggi naturali. Protettorato del Sud Africa fino a pochi anni fa, e ancor prima, addirittura un breve passato in qualità di colonia tedesca, la Namibia è vasta quasi tre volte l’Italia e popolata da neanche due milioni di abitanti. La varietà dei suoi territori, un massima parte desertici, unita alla ricchezza della sua stabilità politica e la sua discreta sicurezza sociale, ne stanno facendo solo da poco tempo una destinazione turistica di prim’ordine nel continente nero. Una visita in Namibia è raccomandata ai viaggiatori, non ai turisti, agli amanti dell’Africa in genere, a chi ama gli animali e i paesaggi vuoti e sconfinati e a chi ama l’avventura, Non esistendo una vera rete di trasporti pubblici, occorre prenotare un auto o meglio un fuoristrada per scoprire le bellezze naturali di questo splendido angolo d’Africa. Le attrazioni turistiche della Namibia sono innumerevoli e sparse nel suo vasto territorio. L’attrattiva principale è indubbiamente il bellissimo parco nazionale di Etosha, uno dei più grandi dell’Africa. Grande quanto la Lombardia, il parco annovera tra i suoi abitanti elefanti, leoni, rinoceronti, zebre, giraffe, ghepardi e una ricca varietà di rettili e insetti. La sua caratteristica principale rispetto ad altri grandi parchi africani sta nella scarsità, durante l’inverno australe, delle pozze di abbeveraggio per gli animali che fa si che in prossimità di esse i turisti possono avvistare di frequente e in un unico colpo d’occhio una ricca varietà di animali. Un’altra bellissima attrattiva è lo stupendo deserto del Namib, le cui dune di sabbia, con tonalità di colori dal rosso all’albicocca a seconda della luce del giorno, oltrepassano anche i cento metri di altezza. A Sud del paese, in prossimità del confine con il Sud Africa, si trovano i canyon più profondi e vasti esistenti. Viaggiare in Namibia è come “toccare” tutti gli aspetti dell’Africa australe, sfiorarne le infinite sfaccettature, assaporarne l’essenza.

1° GIORNO
Arrivo all’aeroporto di Windhoek ed incontro con l’incaricato dell’Etango Ranch che si occuperà del trasferimento alla struttura, situata a pochi km dall’aeroporto. Giornata di relax e di attività al ranch. Cena e pernottamento.

2° GIORNO
Ritiro dell’auto a noleggio e partenza verso il deserto del Namib, il più antico della Terra, una distesa selvaggia di 49.768 Kmq. Sistemazione a Little Sossus Lodge, situato all’incrocio delle strade C19 e D854, in prossimità di Sossusvlei e delle montagne Nukluft. I rustici bungalows sono costruiti in pietra locale. Cena pernottamento al Lodge.

3° GIORNO
Al mattino presto partenza per Sesriem. Lo chiamano “the shifting desert”, il deserto che si muove. Entrata nel Parco Namib Naukluft, il più grande parco della Namibia. Escursione facoltativa a Sossusvlei, area caratterizzata da un immenso e arido altopiano circondato da spettacolari dune di sabbia gialla e rossa, alte anche 350 metri. Possibilità di visita al Sesriem Canyon che ospita una gran varietà di uccelli e piante in quanto le sue ripide pareti impediscono l’evaporazione dell’acqua. Il nome “Sesriem” deriva dal fatto che i primi visitatori dell’area raccogliessero l’acqua del fiume unendo sei cinghie per i buoi, “reims” in Afrikaans, per fare in modo che un secchio raggiungesse l’acqua dalla cima del canyon. Rientro al Lodge. Cena e pernottamento. 

4° GIORNO
Dopo la prima colazione partenza per Solitaire. Lungo il tragitto si potranno vedere le dune pietrificate, il Ghaub Canyon e il Kuiseb Canyon. Arrivo a Swakopmound, luogo di singolare bellezza dell’atmosfera un pò african e un pò europea che ricorda vagamente un villaggio bavarese tra il mare e il deserto. La maggior parte delle case è in legno colorato con piccoli giardini di ibischi e palme nane. È situata sulle rive dell’oceano Atlantico ed è la meta più frequentata dai Namibiani durante le vacanze. La vera attrazione del luogo è il fatto che si possano visitare sia il mare che il deserto. il Parco Nazionale della Costa Ovest copre una fascia costiera di 200 Km di lunghezza. Sistemazione pernottamento alla Jetty House situata direttamente sulla spiaggia.

5° GIORNO
Giornata da trascorrere nei dintorni di Swakopmound. Possibilità di effettuare la crociera facoltativa a Walvis Bay con il Bird Paradise dove si possono osservare migliaia di uccelli oppure a Cape Cross che ospita una colonia di foche Arctocephalus pusillus (qui si chiamano Cape fur Seals, cioè foche dal capo dalla pelliccia). A ovest della foce del Kuiseb si trova la laguna che è considerata l’area più importante della regione sudafricana per gli uccelli costieri. Possibilità di escursione in catamarano intorno alla laguna o in quad sulle dune. Pernottamento alla Jetty HEouse. 

6° GIORNO
Partenza per Omaruru, via Usakos e Karibib. Omaruru si trova in una zona arida lungo il letto del fiume omonimo. Il suo nome in herero significa “latte denso e acido” e si riferisce al latte prodotto dalle mucche che brucano il cosiddetto bitterbush (cespuglio amaro) una pianta che nei periodi di siccità rimane verde e succulenta anche dopo che il caldo ha fatto seccare il resto della vegetazione. Sistemazione all’ Epako Game Lodge. Si trova in una fattoria con 11.000 ettari di terreno intorno ed offre buone possibilità di osservare la fauna locale e gli uccelli. Cena e pernottamento. 

7° GIORNO
Partenza per il Parco Nazionale dell’Etosha, uno dei primi parchi naturali realizzati al mondo. È il più vasto di tutta l’Africa e il suo nome significa in lingua Owambo “il grande luogo bianco dell’acqua asciutta” perchè le piogge sono rare e la depressione centrale rimane quasi sempre asciutta. Il Parco dell’Etosha ha una straordinaria concentrazione di fauna selvatica: oltre 90 specie di mammiferi, dai grandi predatori ai piccoli erbivori, e 325 specie di uccelli, un vero paradiso per gli appassionati di ornitologia. Tra gli animali maggiormente avvistati vi sono leoni, elefanti, leopardi, rinoceronti neri, ghepardi e impala, oltre alle zebre e alle giraffe. Sistemazione all’Etosha Safari Camp. Cena e pernottamento. 

8° GIORNO
Intera giornata di safari fotografico intorno a Okaukuejo. Nel tardo pomeriggio si lascia il parco per rientrare all’Etosha Safari Camp. Cena e pernottamento.

9° GIORNO 
Partenza per Halali e safari fotografico alle pozze tra Halali e Namutoni. Nel pomeriggio uscita dalla porta Von Lindequist. Sistemazione al Mushara Lodge, situato a due passi dall’ingresso del campo di Namutoni e molto accogliente. Cena e pernottamento.

10° GIORNO
Intera giornata di safari fotografico intorno e a nord di Namutoni. Cena e pernottamento al Lodge.                         

11° GIORNO
Dopo la prima colazione partenza per Grootfontein dove si potrà vedere la meteorite Hoba, caduta 80.000 anni fa. Proseguimento per Mount Etjo Safari Lodge. Il nome Etjo significa rifugio e in effetti l’area intorno al lodge è un rifugio per molte varietà di animali. Le camere sono confortevoli. Il lodge ha piscina e un terrazzo con ottima vista sulla pozza. Molte attività sono possibili come il safari con fuoristrada aperti o a piedi con guida esperta. Cena e pernottamento al Lodge.                                                                                                                                                                                                                              

12° GIORNO
Partenza per Windhoek. Sistemazione all’Uzuri Guest-house, situato a pochi minuti d’auto dal centro città. Dispone di 5 camere equipaggiate anche con piccola cucina. Pernottamento. 

13° GIORNO
Mattinata a disposizione per la visita della città. Windhoek non è una tipica città africana ma la si può comunque definire interessante. Il centro ha una disposizione urbanistica a griglia ed è caratterizzato da una mescolanza di edifici coloniali tedeschi e moderne costruzioni colorate come caramelle. Nel centro delle città, lungo Independence Avenue e nelle vie laterali, si può fare shopping etnochic a prezzi convenienti. Rilascio dell’auto all’agenzia di noleggio e trasferimento in aeroporto.

LA QUOTA COMPRENDE: Trasferimenti aeroportuali, noleggio auto 4×4 Double Cab, Chilometraggio illimitato, Secondo pilota gratuito, Seconda ruota di scorta, Cassetta degli attrezzi, Revisione e controllo olio prima del ritiro, VAT 15%, Assicurazione per riduzione totale della franchigia, Assicurazione vetri e cristalli, Sistemazione in lodge/hotel/villa come da programma, Trattamento come da programma, Assicurazione Mondial Assistence standard.

LA QUOTA NON COMPRENDE: Voli e tasse aeroportuali (verrà proposta la tariffa migliore), Pasti non menzionati, Carburante, Bevande, Mance, Extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”, Assicurazioni integrative.

Namibia Fuorirotta