Nicaragua

 

GIORNO 1:

Arrivo in serata all’aeroporto di Managua dove ci attenderà il nostro incaricato per il trasferimento a
Leon. Sistemazione all’Hotel Cacique Adiact.

 

GIORNO 2:
City tour per scoprire questa maestosa città coloniale, antica capitale del Paese. Ci recheremo nel cuore
cittadino, la piazza centrale, dominata dalla cattedrale (la più grande del Centro America, dichiarata
patrimonio Unesco), saliremo sul tetto che regala una vista magnifica sull’agglomerato sottostante e sulla
cordigliera vulcanica circostante; passeggeremo lungo i celebri murales che raccontano alcuni importanti
avvenimenti storici recenti; quindi visiteremo il museo de leyendas y tradiciones che apre uno spaccato sui
personaggi più celebri delle leggende popolari nicaraguensi e sulla repressione ai tempi del regime di
Somoza; infine potremo apprezzare il Centro Ortiz-Gurdian che costituisce la più importante esposizione
d’arte privata del Paese, con dipinti e statue di artisti americani ed europei dal XVI secolo ai giorni nostri.
Tempo libero per passeggiare nel centro coloniale. Pernottamento all’Hotel Cacique Adiact.

 

GIORNO 3:

Trasferimento alla base del vulcano Cerro Negro, uno dei sette vulcani attivi del Paese, 726 metri di
altitudine. Le pareti del cratere, di color nero e totalmente prive di vegetazione, sono coperte da lava
polverizzata, testimone dell’ultima violenta eruzione del 1999. Con una passeggiata di circa un’ora
raggiungeremo la cima, che regala una vista straordinaria sulla pianura sottostante e sugli altri vulcani della
zona, la catena de los Maribios. Per tornare alle pendici scenderemo a valle sprofondando i piedi nella
soffice cenere vulcanica o in sandboarding, una sorta di surf molto divertente. Rientro a Leon per il pranzo.
Nel pomeriggio raggiungeremo il vulcano Masaya, una delle meraviglie naturalistiche del Paese: vi
accompagneremo sino alla bocca del cratere attivo che con la luce della lava illumina la zona. Infine, ci
trasferiremo a Granada, città coloniale per eccellenza, anche conosciuta come “la perla del Nicaragua” o
“la gran Sultana” per le similitudini architettoniche con l’Andalusia spagnola. In effetti passeggiare nel
centro storico lungo le vie popolate dalle case colorate tipiche dell’architettura dei conquistadores significa
letteralmente fare un tuffo nel ‘500 spagnolo. Pernottamento all’Hotel Real La Merced a Granada.

 

GIORNO 4:

City tour che inizia con il colorato mercato locale e prosegue con gli highlights di Granada: il Museo di San
Francisco (con diverse esposizioni, tra le quali si annovera una collezione di statue zoomorfe rinvenute
nell’isola Zapatera e scolpite dalle popolazione precolombiane tra l’800 ed il 1.200 d.C); la Cattedrale in stile
neoclassico che affaccia sul Parco Centrale; la chiesa de la Merced, dalla cui torre campanaria si domina,
con la vista, la città sottostante; la Casa de los Tres Mundos, una fondazione (che gestisce una scuola di
teatro, uno studio d'arte, un'accademia di musica, una biblioteca ed un centro di ricerca) creata per avviare,
promuovere e sostenete progetti culturali in favore di bambini svantaggiati. Nel pomeriggio ci recheremo al
molo cittadino sul lago Cocibolca dove, a bordo di una piccola imbarcazione, realizzeremo un giro tra alcune
dei 365 isolotti che popolano il grande bacino, frutto di un’antica eruzione del vulcano Mombacho. Si tratta
di piccole isole – alcune abitate, altre deserte – ove abbonda la natura popolata da scimmie, scoiattoli,
diverse specie di uccelli. La particolarità del lago è rappresentata dalla presenza degli squali di acqua
dolce.
Pernottamento all’Hotel Real La Merced di Granada.

 

GIORNO 5:

Trasferimento alla riserva naturale vulcano Mombacho – 1.400 metri sul livello del mare, estinto da tempo
immemorabile – per una passeggiata (1,5 km) tra i suoi crateri nella fitta vegetazione della bosco tropicale,
habitat di 150 specie di mammiferi (tra i quali il puma, il tigrillo, il cervo, il bradipo, il pizote, il procione, lo scoiattolo), 50 specie di uccelli, 30 specie di rettili, una quantità enorme di farfalle di diversi colori e 750
specie diverse di piante. Vi sono alcuni esemplari endemici che fanno parte della fauna del vulcano: la
salamandra del Mombacho è una dei più rappresentativi, solo in questo luogo del mondo è possibile
trovare questa piccola salamandra! Il percorso ci offrirà l'opportunità di attraversare la foresta pluviale del
Pacifico del Nicaragua e di conoscere questo Paradiso naturale. Numerosi i belvedere da cui si gode di una
vista spettacolare sul lago Cocibolca. Pranzo nella riserva. Eventuale attività facoltativa per chi desidera un
po’ di adrenalina in questo scenario meraviglioso: canopy con discesa di 2 km e 300 metri, 11 piattaforme,
2 ponti sospesi. Trasferimento a Managua e sistemazione all’Hotel Wayak.

 

GIORNO 6:

City tour guidato della capitale: la Loma di Tiscapa, altura con vista privilegiata sulla città; la Piazza della
Rivoluzione (simbolo della vittoria del movimento sandinista sul regime di Somoza); il Palazzo Nazionale
(l’edificio civile più rappresentativo, attualmento sede dell’archivio storico nazionale, di un museo di arte
precolombiana e di esposizioni pittoriche di artisti contemporanei nicaraguensi); l’antica Cattedrale (per
lungo tempo fulcro della vita cittadina, poi seriamente danneggiata dal terremoto del 1972). Il tour termina
al Salvador Allende, piacevole e colorato lungolago capitolino, punto d’incontro per locali e turisti, ideale
per una passeggiata rilassante e per il pranzo in uno dei suoi locali. Nel pomeriggio visiteremo il Roberto
Huembes, uno dei mercati più autentici di Managua, sconosciuto al turismo internazionale.
Pernottamento all’Hotel Wayak.

 

GIORNO 7:

Colazione e trasferimento a San Carlos (5 ore circa), non lontano dal confine costaricense, nel Dipartimento
del fiume San Juan. Il tour prosegue in barca lungo il fiume: attraverseremo la foresta tropicale in uno
straordinario scenario naturalistico fino a raggiungere il paesino di El Castillo. Il tragitto assume particolare
rilevanza anche dal punto di vista storico, trattasi infatti (a ritroso) della “ruta del agua”, già nota alle
compagnie di navigazione americane che, sino ai primi del ‘900, giungendo da New York dopo aver solcato
l’Atlantico, attraversavano il Nicaragua da est a ovest, per poi continuare la navigazione fino a San
Francisco. E’ lo stesso tragitto dei commercianti genovesi che, ai tempi dell’Impero spagnolo, portavano le
spezie, i tessuti orientali e l’ultima moda di Parigi in California. Sistemazione in hotel che offre una vista
impareggiabile su questo paradiso incontaminato. Dopo il tramonto, tour in barca sul fiume per
l’avvistamento dei coccodrilli. Pernottamento all’hotel Victoria a El Castillo.

 

GIORNO 8:

Dopo colazione risaliremo il fiume San Juan ed arriveremo al Rifugio Bartola nella Riserva Indio-Maiz, area
protetta nel corridoio biologico mesoamericano, regno incontrastato della natura dove il verde intenso
della foresta pluviale è ravvivato dai colori delle orchidee e della bromeliacee che segnano i sentieri
forestali. Il canto degli uccelli ci farà costantemente compagnia, posto che nella Riserva ne sono state
registrate oltre 400 specie, stanziali e migratorie. Non mancano i rettili: oltre 200 specie tra cui iguane,
serpenti e molti tipi di rane, inclusa la rana dal dardo velenoso. Piccoli e grandi mammiferi popolano l’intera
area, tra i più comuni si ricordano le scimmie, i bradipi, i procioni, le lontre, gli armadilli, i giaguari, i puma.
Dopo questa full immersion nella natura, faremo ritorno in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio
conosceremo il pittoresco paesino di El Castillo con una passeggiata guidata tra le sue vie. Non mancherà la
visita al forte dell’Immacolata Concezione, costruita dagli spagnoli nel 1672 e strategicamente situato sulla
cima di una collina per proteggere la Colonia dalle incursioni di pirati e dei nemici stranieri. Questo è’ il
luogo dove, nel XIX secolo, le compagnie di navigazione americane da un lato e gli emissari di Napoleone III
dall’altro, intrapresero gli studi per la costruzione del canale interoceanico, poi realizzato più a sud, a
Panama. Pernottamento all’Hotel Victoria El Castillo.

 

GIORNO 9: 

Dopo colazione ci imbarcheremo alla volta di San Caros, quindi proseguiremo la navigazione sul lago
Cocibolca attraccando al porto dell’isola Mancarron, la più grande dell’arcipelago di Solentiname. Il contatto con la gente del luogo ci permetterà di apprezzare le sue abitudini di vita così come le principali
attività praticate, permeate dal fondamentale contributo del monaco trappista, teologo e scrittore Ernesto
Cardenal (insignito con i prestigiosi premi Reyna Sofia e Pablo Neruda), che spese la sua vita sforzandosi di
costruire un futuro per le popolazioni indigene, incentivando la pittura primitivista e l’artigianato in legno di
balsa. Visiteremo anche la Chiesa della Liberazione, fondata dal medesimo Cardenal.
Al termine dell’escursione, ci trasferiremo in barca sulla vicina isola di San Fernando – anch’essa un angolo di natura incontaminata – per il pernottamento in un piccolo hotel che regala una vista magnifica sul fiume.

 

GIORNO 10:

Dopo colazione ci attende una magnifica avventura nella Riserva Los Guatuzos, un’ampia striscia di terra
continentale – non lontana dall’isola di San Fernando, a confine con il Costa Rica – coperta prevalentemente
dal bosco umido tropicale ed attraversata da piccoli corsi d’acqua, canali e lagune. La Riserva, che deve il
suo nome ad una comunità indigena, offre ai suoi visitatori una flora prorompente popolata da una fauna
variegata e numerosa (tartarughe, iguane, alligatori, uccelli, farfalle, gatti selvatici, puma…). Straordinaria la
biodiversità forestale dalla zona. Pranzo al sacco nella Riserva. Nel pomeriggio faremo ritorno a San
Fernando per gli ultimi momenti di relax nell’arcipelago di Solentiname.

 

GIORNO 11:

Colazione e trasferimento in barca a San Carlos, luogo dal quale il nostro servizio trasporto ci condurrà
nella capitale, con alcune soste lungo il tragitto. Sistemazione in hotel.

 

GIORNO 12
Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia.

VIAGGIO DI GRUPPO (minimo 6 persone)

QUOTA INDIVIDUALE DEL VIAGGIO: su richiesta

DATE DI PARTENZA: Marzo 2024

IL TOUR INCLUDE:

– Trasporto privato esclusivo per l’intero itinerario
– Fee d’ingresso, visite ed escursioni come da programma
– Servizio guida turistica in spagnolo/inglese per le attività menzionate in itinerario
– Hotel indicati in itinerario, camera doppia
– Tutte le colazioni, pranzo gg. 5,11
– Tassa di soggiorno nelle località interessate dal tour

IL TOUR NON INCLUDE:

– Volo intercontinentale con tassa d’ingresso (10 usd)
– Acquisti di carattere personale/eventuali mance
– Pasti non espressamente indicati
– Tutto ciò che non è specificato in “la quota comprende”